giovedì 1 marzo 2018

[Review Party] La locanda degli amori sospesi di Viviana Picchiarelli - Newton Compton



Trama
La locanda dei libri è un casale sulle sponde del lago Trasimeno. Negli anni è diventato un punto di riferimento per lettori onnivori e scrittori in cerca di ispirazione. L’atmosfera ricca di charme e dal tocco provenzale, le stanze traboccanti di romanzi lo rendono rifugio ideale per i clienti che cercano conforto nelle pagine e nelle storie altrui. Proprio la locanda, dopo trent’anni, fa da scenario all’incontro tra Matilde, ex psicoterapeuta e ora proprietaria del casale, e Matteo, avvocato di professione e scrittore per passione. Il loro amore, interrottosi bruscamente quando stava per diventare un sentimento assoluto e potente, sarà però costretto a fare i conti con il tempo che è trascorso, con i traguardi che entrambi hanno raggiunto e anche con gli errori commessi. Matteo e Matilde vivranno un confronto fatto di ricordi, dolore e passione. È possibile recuperare le emozioni nate tanti anni fa e che nessuno dei due ha mai dimenticato? E ritrovare quella parte di sé che senza l’altro sembrava perduta?

La mia opinione 
Il nuovo romanzo di Viviana Picchiarelli, che esce oggi per Newton Compton editori, è la storia perfetta per le sognatrici che amano i libri.
A partire dall’ambientazione, la locanda, che è un luogo dove vorreste immediatamente essere teletrasportate. Un luogo incantato, dedicato ai nostri amati libri, dove ogni stanza rappresenta un genere letterario diverso. Un posto dove si organizzano incontri letterari e dove gli scrittori e gli artisti possono godere della quiete del lago Trasimeno, sulle cui sponde sorge il casale.
Proprio qui troviamo una della protagoniste del romanzo, Matilde, una donna che ha sofferto tanto e che con l’amica Emma decide, superati ormai i 50 anni, di rimettersi in gioco con la locanda. La vita delle due scorre tranquilla finché Matteo, un avvocato-scrittore, non irrompe nuovamente nella quotidianità di Matilde, costringendola a fare i conti con il passato, con il desiderio di vivere il momento, ma con la paura di doversi di nuovo leccare le ferite a causa di una delusione ormai lontana nel tempo. 
Personaggio fondamentale nella storia è poi Ginevra, la figlia di Matteo, ragazza testarda e intelligente, che non riesce a perdonare il padre per la vita che le ha regalato, fatta di bugie e compromessi.
La locanda, nella sua magia, sarà il luogo ideale per le seconde occasioni. Non solo quella di due persone che si sono amate da giovani e che, probabilmente, nonostante il tempo trascorso, non hanno mai smesso di farlo, ma anche quella di un padre e una figlia il cui legame  indissolubile non può essere spezzato. 
Il romanzo tratta tanti temi, come il rapporto tra genitori e figli, spesso difficile e contrastato, le convenzioni sociali che costringono a scegliere una strada che non si sente propria, ma sopratutto la speranza nelle seconde opportunità. Perché non è mai troppo tardi per cambiare il proprio destino e scegliere una strada diversa da quella che sembra essere segnata per noi.


Viviana Picchiarelli scrive in modo dolce, delicato, affrontando tante tematiche importanti con una sensibilità unica. “La locanda degli amori sospesi” è perfetto per queste serate fredde, dove per evadere dalla quotidianità abbiamo bisogno di immergerci in storie romantiche e che ci permettono di sognare. Come dice anche la copertina "Benvenuti tra le pagine di un sogno".

Voto finale: 4/5

Trovate le altre recensioni dell'evento nei blog

Nessun commento:

Posta un commento