martedì 26 luglio 2016

[Recensione] Consolation di Corinne Michaels



 "Ho imparato molto sulla vita, sull'amore, sul dolore, e soprattutto ho imparato che in fondo non ci sono molte risposte per nessuna di queste cose. L'amore può farti soffrire e può guarirti."

Trama
La piccola Aarabelle non era ancora nata quando sua madre Natalie ricevette la tragica notizia della morte di Aaron, suo marito, marine caduto in battaglia. Il destino, che le stava per concedere il dono più bello, le ha strappato la felicità facendola piombare nella disperazione più profonda. L’unico in grado di darle conforto è Liam Dempsey, il migliore amico di suo marito, che le sarà vicino per onorare la promessa che aveva fatto ad Aaron prima che lui partisse per la sua ultima missione. Ma né Liam né Natalie potevano immaginare che da quella vicinanza potesse nascere un rapporto che andasse oltre la semplice amicizia, per diventare qualcosa di sconvolgente a cui neanche loro riescono a dare un nome. E mentre Liam si consuma nel rimorso di poter in qualche modo tradire la fiducia che Aaron ha riposto in lui, Natalie non sa comprendere se quello che prova nasca da qualcosa di profondo o sia solo desiderio di essere consolata da un dolore a cui non riesce a fuggire. È questo il prezzo che deve pagare per essere di nuovo felice?
Una storia toccante che accomuna il destino di moltissime donne, e che commuove per la naturalezza con cui ci racconta l’amore come unico antidoto al dolore.

La mia opinione
“Consolation” è la storia di una rinascita. Quella di una donna, Natalie, che, nel corso di un anno, impara come l’amore spesso fa soffrire, ma può anche guarire.
Natalie è la moglie di un Marine, lavoro non facile, non solo per gli uomini che periodicamente sono costretti ad andare in missione, ma anche per le famiglie che aspettano giorno dopo giorno il ritorno dei propri cari e temono sempre brutte notizie.
La notizia peggiore arriva proprio quando Natalie aspetta la piccola Araabelle: non è ancora nata e già ha perso il padre, Aaron. 
Il mondo di Natalie improvvisamente crolla: la cosa che ha sempre temuto di più, la morte del marito in missione, non è più un timore, ma è diventata realtà. Solo la nascita della figlia le dà una ragione per continuare a vivere e uscire ogni giorno da quella stanza che le ricorda i giorni felici con Aaron.
Ma si può chiamare vita quella di chi sopravvive senza più riuscire a ridere di nuovo? Per fortuna nella vita di Natalie arriva Liam, il migliore amico di Aaron, anche lui Marine, che Natalie conosce da anni e che la capisce meglio di chiunque altro.
Questo ragazzo giorno dopo giorno riuscirà a far tornare il sorriso a Natalie. Ma un cuore ferito ha bisogno di tempo per guarire e per i due non è facile fare i conti con il fantasma di Aaron, soprattutto perché nel corso della storia Natalie sarà costretta a scontrarsi con la realtà di un matrimonio che non era perfetto come lei credeva.
Non aspettatevi una storia d’amore banale, perché è ricca di colpi di scena che vi faranno trattenere il fiato, commuovere, arrabbiare, provare tutte le emozioni che sente Natalie.

Corinne Michaels, con uno stile scorrevole e l’alternarsi del punto di vista di Natalie e  di quello di Liam, tocca davvero il cuore di ogni donna, dimostrando come qualunque ferita può essere guarita con il tempo e con l’amore. Forse una piccola cicatrice resterà per sempre, ma esiste per tutti la possibilità di tornare a sorridere nuovamente.

Il libro
Titolo: Consolation
Autore: Corinne Michaels
Casa editrice: Leggereditore
Genere: Romance contemporaneo
Collana: Narrativa
Ciclo: The Consolation Duet
Anno di pubblicazione: 2016

1 commento:

  1. Ciao Elisabetta trovo questo blog girovagando e devo dire che mi piace molto il tuo stile di recensire! Mi unisco subito ai lettori fissi per rimanere aggiornata, se volessi passare da me ovviamente ne sarei più che felice ^_^
    www.ilregnodeilibri.blogspot.it

    RispondiElimina