giovedì 19 novembre 2015

Segnalazione: Il seggio vacante di J.K. Rowling, edito da Salani. Domenica 22 novembre arriva in Italia la miniserie su Sky Cinema 1 HD!!!

Come preannunciato nella mia pagina Instagram, da grande fan della Rowling vi consiglio di sintonizzarvi su Sky cinema 1HD domenica 22 novembre a partire dalle 21.10, per non perdervi la miniserie in 3 parti targata HBO, IL SEGGIO VACANTE, tratta dall’omonimo romanzo dell’autrice di Harry Potter J. K. Rowling, pubblicato in Italia da Salani.



Io ho acquistato il romanzo anni fa per il mio Kindle e devo dire che mi è piaciuto molto, sia per la storia raccontata, sia per lo stile della Rowling, che ha dimostrato di essere una grande scrittrice anche dopo il successo di Harry Potter (per farvi capire: l'ho fatto leggere a mio padre che in genere legge thriller e l'ha apprezzato moltissimo!!). Per chi come me l'ha letto tempo fa e vuole rinfrescarsi la memoria o non l'ha ancora letto e vuole farsi un'idea della trama continuate a leggere (non ci sono spoiler! Da amante non solo di libri ma anche di serie tv, conosco in prima persona la "sofferenza" provocata dagli spoiler!!!)


IL SEGGIO VACANTE è ambientato a Pagford, un villaggio inglese in apparenza idilliaco, con una piazza del mercato acciottolata e un'antica abbazia. Tuttavia, dietro a questa facciata pittoresca si nasconde una realtà dilaniata dai conflitti tra ricchi e poveri, adolescenti e genitori, mogli e mariti, insegnanti e studenti. Le storie dei personaggi si intrecciano con quella della cittadina lacerata da conflitti interni che mette a nudo le idiosincrasie dei propri abitanti e affronta il tema della responsabilità sociale e la risposta di ognuno di fronte ai poveri e agli emarginati. A tratti beffardamente comica, la serie ritrae una cittadina i cui residenti sono egoisticamente attaccati alle proprie credenze e tradizioni e non sanno di avere il potere di cambiare le cose. Questo egoismo, tristemente comico, gioca un ruolo fondamentale nello svolgersi degli eventi.
Mentre il Consiglio Municipale di Pagford si prepara a mettere ai voti la futura destinazione della tenuta Sweetlove – un’istituzione cittadina e un centro della comunità per i residenti meno abbienti – il presidente Howard Mollison (Michael Gambon) e sua moglie Shirley (Julie McKenzie), che vorrebbero trasformarlo in un resort, cercano di neutralizzare la minaccia rappresentata dall’uomo della strada, ovvero il membro del Consiglio Barry (Rory Kinnear) strenuo sostenitore e difensore dell’attuale Tenuta Sweetlove.

Imperdibile anche il cast, con il grandissimo Michael Gambon (il "secondo" Albus Silente a partore dal terzo film della Saga di Harry Potter).
Infatti, la miniserie IL SEGGIO VACANTE è diretta da Jonny Campbell (In the Flesh, Eric and Ernie) e scritta da Sarah Phelps (Great Expectations, The Crimson Field). Il talentuoso cast di attori è capitanato da Michael Gambon (Il discorso del Re, la saga di Harry Potter), Julia McKenzie (Miss Marple, Diario di uno Scandalo), Keeley Hawes (Su e giù per le scale, Ashes to Ashes), Rory Kinnear (The Imitation Game, Penny Dreadful), Rufus Jones (Paddington, W1A), Emily Bevan (In the Flesh), Simon McBurney (Magic in the Moonlight, La Talpa) e Monica Dolan (Wolf Hall, W1A), e presenta al grande pubblico Abigail Lawrie, al suo debutto come attrice. Produttori esecutivi sono Paul Trijbits (Dancing on the Edge, Small Island), Rick Senat (Birthday), Neil Blair e J.K. Rowling; produttore Ruth Kenley-Letts (Vincitore dell’Oscar per Franz Kafka’s It’s a Wonderful Life).
Sono curiosa di scoprire come la sceneggiatrice Sarah Phelps ha svolto il considerevole compito di trasformare il romanzo di 500 pagine della Rowling pubblicato da Salani, in tre episodi da un’ora ciascuno. La Rowling ha dato carta bianca alla coraggiosa sceneggiatrice per rimodellare la storia e dare vita ad una folta schiera di personaggi carismatici le cui vite nel romanzo ci vengono raccontate attraverso i loro pensieri più che dalle loro azioni. 
Lavorando a stretto contatto con il regista Jonny Campbell, la Phelps ha sviluppato quei personaggi e quelle storie che a suo parere si prestavano meglio alla trasposizione televisiva, assicurandosi al tempo stesso di rimanere fedele allo spirito del romanzo. La sceneggiatrice è rimasta colpita dal personaggio dell’adolescente Krystal Weedon e dalla sua battaglia contro il contesto personale, sociale, politico ed economico ed ha scelto dunque di arricchire il personaggio e di metterla sotto i riflettori.

Io non me lo perderò e vi invito tutti a vederlo per commentarlo virtualmente "in diretta"!
Per saperne di più sul romanzo e sulla miniserie vi segnalo i link della Salani e di Sky sul Seggio vacante:


5 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  2. Anche a me era piaciuto il libro nonostante uno spaesamento iniziale per via dei tantissimi personaggi! Credo che mi vedrò anche la serie :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si hai perfettamente ragione Silvia, all'inizio ero perplessa anche io. Poi invece affronta dei temi interessantissimi ed é anche commovente :) se guardi la serie scrivimi

      Elimina
  3. Bello questo blog, ti ho scoperta tramite instagram, anche io ho un piccolo blog, non parlo solo di libri ma di tante altre cose, se ti va passa a dare un'occhiata, ho aperto anche un post per lo scambio d'iscrizioni ti lascio qui il link se ti può interessare.....
    http://gretore3.blogspot.it/2015/11/scambiamoci-liscrizione.html

    RispondiElimina