venerdì 12 febbraio 2016

[Anteprime] Novità Longanesi marzo 2016

Buongiorno cari lettori, anche oggi vi propongo delle novità in uscita a marzo, edite da Longanesi.


Prima fra tutte voglio segnalarvi l'uscita del nuovo romanzo di Lorenzo Marone, "La tristezza ha il sonno leggero". Uscirà il 7 marzo in libreria e sono già impaziente. Se ancora non avete letto il suo romanzo d'esordio, "La tentazione di essere felici", correte ai ripari perché è davvero una storia meravigliosa.

La tristezza ha il sonno leggero è un romanzo che racconta la famiglia allargata italiana dei nostri giorni e l’influenza che hanno sulla nostra vita le persone che ci vivono accanto, plasmando il nostro carattere e assegnandoci un ruolo. Almeno fino al giorno in cui realizziamo che se non vogliamo vivere una vita che non ci appartiene occorre ribellarci, anche a chi ci ama.
Erri Gargiulo ha due padri, una madre e mezza e svariati fratelli. È uno di quei figli cresciuti un po’ qua e un po’ là, un fine settimana dalla madre e uno dal padre.
Sulla soglia dei quarant’anni è un uomo fragile e ironico, arguto ma incapace di scegliere e di imporsi, tanto emotivo e trattenuto da non esprimere mai le proprie emozioni, ricacciandole invece nello stomaco e somatizzando tutto.
Un giorno la moglie Matilde, con cui ha cercato per anni di avere un bambino, lo lascia dopo avergli rivelato di avere una relazione con un collega. Da quel momento Erri non avrà più scuse per rimandare l’appuntamento con la sua vita. E uno per uno deciderà di affrontare le piccole e grandi sfide a cui si è sempre sottratto: una casa che senta davvero sua, un lavoro che ama, un rapporto con il suo vero padre, con i suoi irraggiungibili fratelli e le sue imprevedibili sorelle.
Imparerà così che per essere soddisfatto della propria vita deve essere pronto a liberarsi del passato e capire che non ha alcun obbligo di ricoprire per sempre il ruolo affibbiatogli dalla famiglia.
E quando la moglie gli annuncerà di essere incinta, Erri sarà costretto a prendere la decisione più difficile della sua esistenza.

Lorenzo Marone è nato nel 1974 a Napoli, dove vive con la moglie e il figlio. Laureato in Giurisprudenza, ha svolto per dieci anni la professione di avvocato e oggi è consulente in un’azienda privata. Il suo romanzo precedente, La tentazione di essere felici, pubblicato a gennaio 2015, è stato uno degli esordi di maggior successo dell’anno scorso: presente per diverse settimane nella classifica di narrativa italiana, 50mila copie vendute, diritti di traduzione venduti in dieci paesi e presto sul grande schermo per la regia di Gianni Amelio.
                                                                     
   ~~~

Per gli amanti dei videogiochi, il 4 marzo (e mio fratello esulterà perché coincide con il suo compleanno!) imperdibile la trasposizione narrativa di uno dei videogiochi di maggior successo, Battlefield 3 di Andy McNab e Peter Grimsdale  

Trama
L’ex Spetsnaz Dima Majakovskj è stato il simbolo del terrore per i nemici della grande Madre Russia, ma da quando il suo Paese non esiste più, anche lui è finito nel dimenticatoio, come le forze speciali alle quali apparteneva. Ma ora c’è ancora bisogno di lui: a Teheran è comparso un individuo molto pericoloso e il Cremlino sa che l’unico in grado di combatterlo è Dima. E il Cremlino non è certo disposto ad accettare un no come risposta. Non c’è scelta: l’ex Spetsnaz deve richiamare in servizio la sua vecchia squadra fatta di combattenti super addestrati e molto determinati. E questo diventa un grosso problema per il sergente dei Marine Henry Blackburn. Mentre la situazione intorno a loro precipita, Dima ed Henry devono combattere per il loro onore e per salvare la vita dei loro uomini e di milioni di persone.
Un romanzo in presa diretta, che porta il lettore nel cuore dell’azione, come il videogioco di grande successo al quale si ispira: azione ai massimi livelli di verosimiglianza grazie all’esperienza di guerra e di spionaggio dell’autore stesso.

Andy McNab, pseudonimo dietro il quale l’autore si nasconde per motivi di sicurezza, è entrato nel SAS nel 1984 e da allora ha partecipato a operazioni in ogni parte del mondo fino al 1993, quando ha cominciato a scrivere, dapprima raccontando le sue esperienze di soldato in Pattuglia Bravo Two Zero (1997) e Azione immediata (1998), poi dedicandosi alla narrativa di azione. Con Controllo a distanza (1999), suo primo romanzo e grande successo internazionale, ha regalato agli appassionati del genere un nuovo eroe: Nick Stone. Tra gli ultimi romanzi con Nick Stone: Forza bruta (2011), Ferita letale (2012), Ora zero (2014) e Punto di contatto (2015). Longanesi ha pubblicato anche Plotone Sette (2010), sulle esperienze dell’autore nei SAS. Con Robert Rigby ha scritto Il ragazzo soldato (2008). Tutti i suoi libri sono editi in Italia da Longanesi. 

~~~

Infine, se amate i saggi, non potete perdere Storia della Palestina Dalla conquista ottomana alla nascita dello stato di Israele di Gundrum Krämer, un interessante ricostruzione della storia completa della Palestina, in libreria dal 25 marzo.

Storia della Palestina è il primo libro che racconta la storia completa della Palestina a partire dall’impero ottomano nel XVI secolo: è impossibile capire la Palestina di oggi e i suoi problemi senza una lettura attenta del suo passato, lontano e recente, e il saggio di Krämer, documentato e approfondito, colma questa lacuna, grazie a un accurato lavoro di ricerca.
Partendo dalle radici prebibliche e bibliche della Palestina, Gudrun Krämer esamina il significato che è stato attribuito a questa terra nelle tradizioni ebraica, cristiana e musulmana. Con particolare attenzione ai fattori sociali ed economici, ne esamina poi la graduale trasformazione, seguendo la storia della regione attraverso l’occupazione egiziana della metà del XIX secolo, l’epoca di riforma ottomana, e il mandato britannico fino alla fondazione di Israele nel 1948. Concentrandosi sulle interazioni tra arabi ed ebrei, Storia della Palestina racconta come questi intrecci e questi percorsi possano influenzare la storia, la politica e la cultura di ogni comunità nazionale e della Palestina in particolare.

Gudrun Krämer insegna Islamistica presso l’Università Libera di Berlino ed è membro dell’Accademia delle Scienze di Berlino-Brandeburgo. Ha insegnato anche ad Amburgo, al Cairo, a Boston, a Parigi e a Bonn. Nel 2010 ha ricevuto il premio Gerda-Henkel-Preis, attribuito a chi si occupa di scienze umane, in particolare di archeologia, storia dell’arte, studi islamici e storia del diritto. Presso l’editore Beck ha pubblicato Storia dell’Islam (2005) e Democrazia nell’Islam (2011). Questo è il suo primo saggio tradotto in italiano.

Nessun commento:

Posta un commento