giovedì 11 febbraio 2016

[Anteprime] Le novità di marzo 2016 della Fazi editore

Buongiorno lettori! Armatevi di carta e penna (o tablet per i più tecnologici) per segnare le uscite di marzo della Fazi editore! Anche il prossimo mese ci saranno dei titoli davvero interessanti (e intanto la lista si allunga, ma come si può resistere alle novità???)

FRATELLI DI SANGUE di  Ernst Haffner
Questo libro viene pubblicato per la prima volta a Berlino nel 1932 dall’editore Bruno Cassirer con un altro titolo, Jugend auf der Landstrasse Berlin. L’opera viene bandita l’anno seguente, con l’avvento del Nazismo al potere, e finisce nei famigerati roghi. Libro e autore cadono dunque rapidamente nell’oblio, soprattutto dopo i bombardamenti che incendiano gli archivi dell’editore e la loro corrispondenza. Da allora si perde ogni traccia, fino a qualche anno fa, quando viene ritrovata una copia e il libro viene ristampato in Germania, negli Stati Uniti e in diversi altri paesi, ricevendo un’accoglienza entusiasta di critica e pubblico.
Il libro
Berlino, anni Trenta. La città pullula di adolescenti senzatetto. Fratelli di sangue è una delle tante gang di strada, formata da otto minorenni che si aggirano tra i vicoli nei dintorni di Alexanderplatz vivendo di piccoli furti e prostituzione, costantemente in fuga dalle forze dell’ordine. Haffner ci conduce nelle viscere dell’underworld di una Berlino gelida, fatta di ospizi di fortuna, mense popolari, fabbricati abbandonati e bettole. Nel frattempo, Willi Kludas fugge dall’orfanotrofio di un’altra città e, viaggiando di notte aggrappato all’asse delle rotaie di un treno, riesce a giungere a Berlino. Qui incontra Ludwig, un membro dei Fratelli di sangue, e insieme decidono di dare uno sguardo alla ricca Berlino ovest. Con il denaro ricavato da una comune esperienza di prostituzione i due affittano una piccola stanza e decidono di cercare un modo onesto di guadagnare. Riescono a inventarsi una professione rivendendo scarpe usate e, dopo vari problemi con la polizia, possono finalmente iniziare una nuova vita lontani dalla strada.

«Un coraggioso ritratto delle gang giovanili in Germania, riportato in vita per un successo rinnovato». The New York Times



LA GIOIA DI UCCIDERE di Harry MacLean
Il libro
Un uomo, seduto alla scrivania in una casa buia in riva al lago, scrive a macchina una storia. È la storia della sua vita, ed è la trama di un thriller. Professore in pensione, oggi è tornato nella casa in cui, insieme alla famiglia, passava le estati da piccolo, fino a quando la consuetudine è stata interrotta in seguito al mortale incidente in canoa occorso a un amico, episodio di cui si scoprirà in parte responsabile. Nella casa dei ricordi, attraverso una sequenza di immagini che oscillano fra passato e presente, realtà e fantasia, l’uomo ricostruisce un vissuto oscuro, costellato di vicende intrise di violenza e depravazione. Il filo conduttore è l’incontro sessuale avuto occasionalmente con una ragazza, durante l’adolescenza, a bordo di un treno, episodio che viene raccontato nei dettagli, continuamente interrotto e poi ripreso nel corso della narrazione. La ragazza si trasformerà nell’interlocutore che a poco a poco aiuterà il protagonista a dipanare la matassa ingarbugliata del passato fino all’estrema conclusione, che lo vedrà vittima e carnefice allo stesso tempo.

«La gioia di uccidere è un sofisticato thriller filosofico. Come un Edgar Allan Poe moderno, Harry MacLean sa manipolare il lettore nel modo migliore, fino al finale sorprendente». Tod Goldberg, autore di Gangsterland, finalista all’Hammett Prize 2014



IO SONO KURT di Paolo Restuccia
Il libro
Andrea Brighi, detto Kurt, in viaggio verso la Svizzera per un trasporto illegale di valuta, devia improvvisamente per Trieste in seguito all’incontro fortuito (e forse immaginario) con Stefano Zanchi, alias Diavolo Biondo, suo ex amico nonché datore di lavoro più di vent’anni prima a Radio Punto Nord. Tornano a galla così i ricordi di un tempo in cui i due uomini passavano le giornate scambiandosi emozioni, spesso forti e all’insegna della trasgressione, progetti per il futuro, ragazze. Tra tutte, Anna, un amore mai del tutto dimenticato, un sentimento ancora vivo e una storia finita troppo presto di cui ora riaffiorano i dettagli. Nella misteriosa e decadente pensione Ghega dove alloggia il protagonista, il passato tornerà a disturbare la quotidianità di Kurt, ex dj in fuga, fornendogli una chiave di lettura inedita per ripensare agli avvenimenti dei propri vent’anni. Ormai annoiato e quasi disilluso, l’uomo sarà capace di riscoprire se stesso dopo una discesa agli inferi tra personaggi bizzarri e pericolosi, in una storia trascinante di sesso, ricatti e debiti non priva di rimpianti e nostalgia, sulla colonna sonora di una giovinezza perduta.



IL SESTO GIORNO di Rosanna Rubino

Gli italiani di seconda generazione, la crisi economica, i movimenti di protesta, Piazza Affari, la Milano dei nuovi sviluppi immobiliari; la sabbia di Agadez, i traffici di esseri umani a Tripoli, i movimenti migratori verso il Nord, l’amicizia, il sogno di arrivare in cima al mondo. Un romanzo avvincente, dal finale forte, ambientato in una Milano distopica e sorprendentemente inedita.
Il libro
Milano. Ronnie ha trentacinque anni, origini nigeriane e fisico da atleta. Orfano, è arrivato in Italia a 12 anni su un barcone partito da Tripoli e incarna il prototipo del self-made man. Schivo e solitario, ha costruito un impero dal nulla conquistandosi una fortuna che gli analisti stimano in due miliardi di dollari nonché la reputazione di magnate, dedito esclusivamente ai propri affari. È il fondatore di Talentik, piattaforma web di audio sharing, uno dei siti più visitati al mondo. Fra sei giorni Talentik debutterà a Piazza Affari e la sua quotazione in borsa segnerà un momento storico per l’imprenditoria italiana, facendo di Ronnie uno degli uomini più ricchi del pianeta. Il giorno uno Ronnie è sul tetto del mondo, il giorno sei deciderà di rinunciare a tutto ciò che ha costruito negli ultimi ventitré anni. Qual è il mistero che si nasconde dietro questo gesto? Mentre il Governo annaspa, la recessione incombe e la Protesta dei Porcelli infuria nelle strade, il segreto del protagonista verrà svelato a poco a poco grazie all’intervento di Ragazzo, un aspirante giornalista in cui Ronnie si imbatte all’inizio del libro e a cui, come per un’intuizione, deciderà di affidare la propria, incredibile storia.



IL DESTINO DI UN PAPA di Mauro Mazza

Sorprendente romanzo distopico, il libro inscena un possibile intrigo ambientato in Vaticano in una fase posteriore a Francesco immaginando un Conclave pieno di complotti, nell’eterna lotta tra Chiesa e Massoneria.
Il libro
Papa Francesco è morto. Come da tradizione, i cardinali si riuniscono nella Cappella Sistina per eleggere il nuovo pontefice. Dopo le prime fumate nere, si affaccia la possibilità di una candidatura esterna al conclave e l’ipotesi ricade sull’arcivescovo di San Pietroburgo, Nikolaj Sofanov, non ancora cardinale e vicino alla chiesa ortodossa. Nonostante prevedibili rimostranze, la sua elezione giunge a positiva conclusione e Sofanov è convocato in Vaticano per ricoprire la carica più alta della Chiesa di Roma.Papa Metodio, questo il nome scelto dal nuovo pontefice, si dimostra da subito una persona umile e determinata a riavvicinare i credenti alla fede nonché la Chiesa ortodossa a quella cattolica. Ma una realtà ostile agisce nell’ombra delle stesse mura vaticane: un’organizzazione segreta, che non vede di buon occhio il nuovo erede di Pietro. Ad apparire pericoloso e pieno di conseguenze, in particolare, è il legame fra Metodio e Putin, Presidente della Federazione Russa, cresciuti insieme e legati da profonda amicizia. Il sospetto che Putin voglia approfittare della situazione con mire espansionistiche sul Vecchio Continente si fa più forte che mai. Tra manovre per screditare il nuovo pontefice e teorie di riavvicinamento ispirate al secondo segreto di Fatima, una mattina il papa è trovato morto nel suo letto. Solo il suo medico verrà a conoscenza del segreto all’origine del mistero che tuttavia, insieme a Sofanov, finirà nella tomba.



LA BATTAGLIA PER L’EUROPA Come un’élite ha preso in ostaggio un continente e come possiamo riprendercelo di Thomas Fazi
Il libro
Perché dallo scoppio della crisi economica abbiamo assistito a un progressivo svuotamento delle istituzioni democratiche? Chi ha davvero interesse a proseguire con le misure di austerità? Ha ragione chi sostiene che all’interno dell’euro non c’è futuro per l’Italia e gli altri paesi periferici, o piuttosto è vero il contrario? Questo saggio mette a fuoco l’importanza storica dell’attuale crisi dell’Eurozona. Per Thomas Fazi le élite dell’ue hanno cavalcato il crash finanziario per imporre scellerate politiche neoliberali, mettendo a rischio la coesione sociale e il fondamentale sistema del welfare. Argomentando la sua tesi con varie fonti, oltre a fornire un’urgente e convincente critica dell’unione monetaria nel suo stato attuale, Fazi sostiene che l’austerità propinata dall’ue come medicina non può essere considerata solo il frutto di una miopia politica e ideologica, ma è parte di un preciso disegno che accomuna le élite e i poteri forti privi di ogni controllo democratico nel tentativo di smantellare lo stato sociale e portare a compimento il progetto neoliberale.



FOTTUTA CAMPAGNA di Arianna Porcelli Safonov

Un anti-inno alla semplicità della vita all’aria aperta che mette in guardia da un’idea molto diffusa e troppo idillica della campagna. Chi dice infatti che la vita in campagna è preferibile a quella in città?

Il libro
A 31 anni Arianna decide che l’aria di città è diventata irrespirabile. L’insofferenza verso i ritmi urbani, lo smog, gli snob fissati con i prodotti bio – che tanto bio poi non sono –, è salita alle stelle, e l’unica soluzione accettabile per lei è quella di mollare tutto e partire. Nella regione dell’Oltrepò Pavese trova un vecchio fienile e, col cuore colmo di entusiasmo, si lancia in una nuova vita, totalmente diversa dalla prima. A bordo di un enorme gippone, insieme ai gatti e al cane, che con lei saranno i protagonisti di molte vicende del libro, parte per la sua grande avventura. Ma nel brusco passaggio dall’esistenza di modella a quella di misantropa, scoprirà che i lati meravigliosi della vita tanto sognata nascondono una realtà non così fantastica. Un libro divertente e scanzonato basato sull’esperienza dell’autrice che, in prima persona e sotto forma di racconti comici, parla del suo trasferimento dalla città alla campagna con conseguente cambio di usi e costumi. Invece di esaltare il mondo agreste, il libro, sempre con grande ironia e situazioni paradossali, ne evidenzia le difficoltà pratiche, l’isolamento cui costringe la vita appartata, le strazianti conseguenze della lontananza dal mondo civile.



Nessun commento:

Posta un commento