giovedì 4 febbraio 2016

[Segnalazione] Salani e Ponte alle Grazie: novità in libreria

Buongiorno care lettrici e lettori! Ieri vi ho segnalato un'antologia sull'amore in vista di San Valentino... Ma è giusto che anche le single (come me!) abbiano il loro libro perfetto... Io ho scelto "Single ma non troppo" di Liz Tucillo. Sto aspettando il film da quando ho sentito la pubblicità, quindi è inutile dirvi che leggere il libro è d'obbligo. In più Liz Tucillo l'ho adorata nel libro "La verità è che non gli piaci abbastanza", che mi ha fatto ridere e riflettere tantissimo! Ecco per voi tutte le info!



IL LIBRO
Essere single, o forse meglio zitelle: una maledizione o una scelta di vita? Possibile che tante donne belle, intelligenti, in carriera, non riescano a trovare un uomo che sappia amarle e proteggerle come meritano, e continuino a collezionare solo rapporti sbagliati? Se lo chiede Julie, brillante scrittrice di Manhattan, dopo una serata disastrosa con le sue quattro migliori amiche, una serata iniziata a ballare scatenate sul bancone di un bar e conclusasi al pronto soccorso. La domanda «Perché non riesco a trovare un uomo?» non se la pongono solo Julie e le sue amiche di New York, ma anche centinaia di donne in ogni parte del mondo, così Julie decide di affrontare il problema da scrittrice. Partirà per un viaggio ai quattro angoli del pianeta, dalla Francia all’Australia, passando per Roma, Rio de Janeiro, Pechino e Nuova Dehli, in un’avventurosa indagine sulla ricerca dell’amore, sul sesso, sulla passione ma anche sull’amicizia, la solidarietà, la complicità femminile. Mentre Julie viaggia e incontra donne diverse con gli stessi problemi, a New York le sue amiche continuano la loro difficile esistenza, fra tradimenti, tragici appuntamenti al buio, ricerca di donatori di sperma e battaglie per l’affidamento dei figli… Esiste una regola dell’amore? O forse il bello dell’amore è proprio non avere regole? Dall’autrice della serie cult Sex and the City, una nuova, esilarante commedia sull’amore e sul sesso, una storia in cui ogni donna, single o no, saprà riconoscersi con una risata liberatoria.

L’AUTRICE
Liz Tuccillo, oltre che autrice di testi per il teatro Off-Broadway, è una delle sceneggiatrici della famosa serie Sex and the City. Salani ha pubblicato La verità è che non gli piaci abbastanza, un best seller internazionale tradotto in più di venti Paesi, da cui è stato realizzato un film prodotto da Drew Barrymore con un cast stellare. Anche Single ma non troppo ha ispirato il film omonimo, sempre prodotto da Drew Barrymore e con Dakota Johnson.




Per chi, invece, vuole confrontarsi con un argomento di grande attualità, vi segnalo "Pensare l'Islam", del filosofo francese Michel Onfray. Esce oggi in anteprima mondiale in Italia. Il filosofo, infatti, al centro delle polemiche nei quotidiani francesi, ha deciso, con gesto provocatorio, di non pubblicare la sua opera in Francia.
Il libro contiene una postfazione corposa in cui l’autore argomenta questa scelta.




Il libro 
Dopo i fatti di Charlie Hebdo, una nuova e più sanguinosa strage jihadista fa vacillare i valori fondamentali della repubblica francese rischiando di innescare una deriva autoritaria in tutta l’Europa; questo mentre la coalizione contro l’ISIS si allarga pericolosamente facendo emergere complicità per troppo tempo ignorate e acuendo le tensioni tra gli Stati convolti nella crisi siriana.
Nel Corano si predica la pace o al contrario si inneggia alla guerra? Ha senso ritenere che l’Islam, in quanto tale, sia incompatibile con la cosiddetta civiltà occidentale? Ciò a cui stiamo assistendo non è forse il prodotto di un conflitto planetario scatenato più di un decennio fa in nome del profitto, un conflitto che ha armato la mano di coloro che oggi minacciano la nostra incolumità e che quasi ogni giorno seminano terrore e morte in tutto il mondo arabo? Michel Onfray, partigiano del libero pensiero che non ammette compromessi, cerca di rispondere a queste domande cruciali affidandosi alle armi della critica e all’analisi delle fonti, in un libro «vietato» in Francia, dove il dibattito pubblico si sta progressivamente omologando alla narrazione imposta dalle autorità e alle semplificazioni dei media. Per questo, il libro che qui presentiamo costituisce la prima edizione mondiale.
Mantenere la lucidità, avere il coraggio di analizzare i fatti per quello che sono, senza infingimenti e ipocrisie, permette di tracciare una via di uscita da una catastrofe annunciata che nessuno sembra avere intenzione di scongiurare.Pensare l’Islam vuole contribuire al risveglio della razionalità in un mondo sempre più assediato dai demoni della follia, prima che sia troppo tardi.

Nessun commento:

Posta un commento